Il nostro team di esperti ha predisposto una FAQ per domande inerenti la riabilitazione sotto tutti i suoi aspetti.

Se desidera sottoporre una domanda sui temi riabilitativi può scriverci compilando il form in basso. Le risposte a quesiti più personali su casi singoli saranno inviate via email, nel rispetto delle regole della privacy. Di seguito vengono pubblicate le domande più frequenti-FAQ.

Logopedia

1Quando rivolgersi ad un logopedista e perché?
Uno dei momenti più emozionanti per noi genitori, è quando sentiamo i nostri bimbi pronunciare le loro prime paroline… Io per prima, ricordo che ho filmato addirittura l’evento, ascoltando quei suoni con gioia ed emozione immense! Come un po’ per tutto ciò che riguarda i bambini, ognuno ha i suoi tempi, ma può anche capitare che l’apprendimento del linguaggio presenti dei problemi e, allora, bisogna cercare di intervenire, chiedendo aiuto ad un logopedista.
2Cos'è la logopedia?
È la branca della medicina che studia il linguaggio e la parola (sia scritta che orale) e le sue problematiche. Il suo obiettivo principale è sviluppare un linguaggio corretto ed educare o rieducare il linguaggio e la voce, risolvendo alcuni disturbi o difetti e, perciò, si rivolge ai bambini, ma anche ad adulti. Per quanto riguarda il bambino in fase di crescita, si occupa di riabilitazione nell’ambito di ritardi o disturbi del linguaggio, della fluenza (balbuzie) o dell’apprendimento scolastico (lettura e scrittura).
3Quali sono i campanelli d'allarme?
I tempi di acquisizione del linguaggio dipendono dal bambino e dalle sue abilità innate, ma anche dall’ambiente più o meno ricco di stimoli che lo circonda. Dannoso e rischioso – per noi adulti e per gli stessi bambini – è fare paragoni o gare con gli altri genitori, per scoprire qual è il bambino che dice più parole e inizia a parlare prima degli altri… Lo stress e l’ansia non possono che peggiorare eventuali problemi o anche farne sorgere nei casi in cui problemi reali non ci siano. È giusto stimolare e incoraggiare il bambino a parlare, ma senza che ciò diventi un’ossessione controproducente. C’è chi parla prima, ma in modo non sempre comprensibile e chi parla dopo, ma subito in modo corretto. Orientativamente, è utile sapere che, intorno ai 5 mesi, il bambino inizia la cosiddetta lallazione (emissione di suoni sotto forma di sillabe ripetute in serie) e tra i 9 e i 14 mesi, pronuncia le prime paroline di senso compiuto. Se a 2 anni e mezzo, il bambino ancora non dice paroline, per stare più tranquilli, si potrebbe anche chiedere il parere del pediatra. Potrebbe essere un semplice ritardo (RS) risolvibile in pochi mesi o potrebbe essere un disturbo specifico del linguaggio (DSL), potrebbe dipendere da un ritardo mentale, da un problema legato ad un disturbo dello spettro autistico o legato anche a problemi dell’udito, a problemi odontoiatrici o a disturbi specifici dell’apprendimento (DSA). C’è poi anche l’aspetto emotivo da considerare, perché – in alcuni casi – può influire limitando l’utilizzo del linguaggio. Spesso, il problema non è patologico, ma legato solo ad un ritardo evolutivo, a cui seguirà uno sviluppo del tutto normale. Ad ogni modo, un ritardo nel parlare, parole semplici pronunciate male o in modo incomprensibile, una difficoltà nello strutturare le frasi, una lentezza o difficoltà nell’imparare a leggere o scrivere o anche la balbuzie potrebbero – ma non è detto che lo siano sempre – campanelli d’allarme. C’è da dire che alcune lettere o gruppi di lettere (come s, z, f, gl o gn) sono più difficoltose da pronunciare e capita che alcuni suoni siano riprodotti in modo errato, ma, a volte, può bastare anche solo un po’ di esercizio fatto a casa e un po’ di pazienza e costanza da parte di noi genitori, perciò non dobbiamo subito allarmarci. Chiedere il parere di uno specialista o farci anche consigliare dal pediatra di base può però essere opportuno, però, se il problema non sembra risolversi col tempo e con la pratica o, addirittura, sembra peggiorare.
4Come interviene il logopedista?
L’intervento abilitativo e/o riabilitativo prevede esercizi ad hoc, studiati per l’educazione della parola e la corretta padronanza degli strumenti espressivi. Il logopedista propone, tra l’altro, esercizi di stimolazione linguistica, foniatrica e motoria e il gioco è tra i principali strumenti terapeutici. Molto importante, però, resta la collaborazione con i genitori e con la scuola.
16 Giugno 2021
Tutore della spalla con tecnica di bendaggio desault

Tutore della spalla con tecnica Desault

Tutore della spalla con tecnica di bendaggio Desault per l’immobilizzazione della spalla Cos’è e quando si usa: Il tutore desault è un dispositivo medico utilizzato quando […]
14 Giugno 2021
trattamento e cura della zampa d’oca

Sintomi e cura della borsite della zampa d’oca

Scopri la cura e i sintomi per la borsite della zampa d’oca La borsite della zampa d’oca una consiste nell’ infiammazione di tre tendini situati all’ […]
9 Giugno 2021
Padel lo sport della pandemia quali infortuni porta riabilitazione campania

Quali infortuni porta il padel

Gli infortuni nel padel sono generalmente di tipo articolare Si possono verificare molti tipi di lesioni quali:Lesioni accidentali;Lesioni da sovraccarico come: Lesioni alla cuffia dei rotatori […]
7 Giugno 2021
Difetti posturali - Riabilitazione campania

Difetti posturali

Consigli per correggere la postura e i difetti posturali “La differenza tra la visione del mondo del ciclista e quella dell’automobilista è tra le più profonde […]
28 Maggio 2021
Terapia Frems Napoli e Pompei Riabilitazione campania

Terapia Frames

La terapia Frames si avvale della tecnologia FREMS (Frequency Rhythmic Electrical Modulation System) che costituisce una delle ultime novità nel campo della terapia strumentale. Il trattamento […]
26 Maggio 2021
Kinesio taping e linfotaping

Cos’è il kinesio taping e Linfotaping

Cos’è il kinesio taping e Linfotaping Il taping neuromuscolare o kinesio taping è una tecnica di bendaggio innovativa per la decompressione della cute, che si basa […]
24 Maggio 2021
Riabilitazione vestibolare riabilitazione napoli e pompei

Riabilitazione Vestibolare per Curare le Vertigini

Riabilitazione vestibolare ed equilibrio La riabilitazione vestibolare è una terapia finalizzata alla cura dei disturbi dell’​equilibrio. Molto spesso si pensa che avere una buona funzione dell’equilibrio non sia […]
21 Maggio 2021
iperlordosi riabilitazione campania

Come si cura l’iperlordosi

Cos’è e come si cura l’iperlordosi? L’iperlordosi nella maggior parte dei casi rappresenta una curvatura della colonna vertebrale nella zona lombare che viene definita iperlordosi lombare. […]
19 Maggio 2021
Distorsione alla caviglia - Riabilitazione in campania

Distorsione alla caviglia

Distorsione alla caviglia: Cos’è? Una distorsione alla caviglia si presenta quando l’articolazione si gira o si rotola in modo innaturale. Questo movimento forzato comporta lo strappo […]
17 Maggio 2021
trattamento manuale dei trigger point riabilitazione napoli

Trattamento Manuale dei Trigger Point

Trattamento dei Trigger Point Vi è mai capitato di sentire sotto la vostra pelle una sorta di ‘gomitolo’ di muscoli molto rigido e dolente al tatto? […]
6 Maggio 2021
Profilo e normativa di riferimento del Professionista Sanitario TNPEE

Profilo e normativa di riferimento del Professionista Sanitario TNPEE

Profilo e normativa di riferimento del Professionista Sanitario TNPEE con relativi Decreto, dove si identificano le   aree di competenza e la peculiarità dell’intervento in età evolutiva; […]
2 Aprile 2021
Orari di apertura centri di riabilitazione pasqua 2021

Orari Centri di Riabilitazione per Pasqua

Riabilitazione in Campania vi augura di passare una felice Pasqua.Di seguito troverete i nostri orari:Centro Dinastar Martedì 6 aprile 08:00 – 15:00 Centro Pompei Martedì 6 […]
Lasci pure una richiesta per uno dei nostri esperti

Contattaci

Richiedi informazioni


    (Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a [email protected]) (richiesto)